“Carnevale d’Autore”

Perché festeggiare il carnevale solo in una giornata?
Accendiamo la creatività e la fantasia con il concorso “Carnevale d’Autore”

il concorso ha l’obiettivo di creare un confronto-incontro fra i nostri compaesani e la loro creatività.
per ravvivare nel periodo carnevalesco la nostra Calasetta.

I gruppi che parteciperanno avranno la massima libertà espressiva, trasversale, originale, curiosa, imprevedibile e sorprendente per creare le proprie installazioni in stile carnevalesco da esporre in spazi alla vista di tutti.
Le persone godranno della magia delle varie istallazioni artistiche per tutta la durata del carnevale.

Al termine del carnevale ci sarà una festa e la premiazione del più apprezzato.

LAVORI IN CORSO…

presto in questa pagina troverai i dettagli e il regolamento… ma… contattaci subito per maggiori informazioni.

Il Carnevale Calasettano

Il tempo è solitamente sereno, cadendo l’inizio del carnevale il 17 gennaio nel periodo noto come “le secche di Gennaio”. Era usanza locale andare in campagna e sugli scogli a consumare all’aperto il pranzo a base di ricci di mare che tagliati e sciacquati nell’acqua di mare, venivano mangiati con pane casereccio intonando il canto classico “u dissette de Zenò” (il 17 gennaio) fatto di strofette inventate al momento come gli stornelli o i “trallallera” campidanesi. Chi passava in tale giorno per le campagne e scogliere poteva udire tutto il repertorio di canzoni tradizionali tabarchine e di quelle (italiane) entrate a far parte del folklore calasettano. In serata le comitive si scioglievano non prima di aver fatto “a riunda” nei crocicchi delle strade e in piazza.